• La pelle che racconta
Programma

Programma

Restaurare la pelle come un’opera d’arte - Come dare luminosità, colore, ...
Concorsi

Concorsi

I contest di Dermart
Sede

Sede

L’ex Cartiera Latina è l'attuale sede dell’Ente di gestione del Parco ...
Questioni di Pelle

Questioni di Pelle

Ritorna "Questioni di Pelle"
  • Programma
  • Concorsi
  • Sede
  • Questioni di Pelle
  • Programma

    Restaurare la pelle come un’opera d’arte - Come dare luminosità, colore, compattezza… - Scegliere la tecnica Come dare luminosità, colore, compattezza… - Scegliere i prodotti Come fare la fotodinamica daylight in ambulatorio.... e tanto altro ancora*

    Leggi tutto

    *il programma è provvisorio

  • Concorsi

    I contest di Dermart

    Concorsi

    Concorsi aperti a chiunque desideri evidenziare una relazione tra immagine clinica di un disturbo dermatologico e arte pittorica...

    Leggi tutto

  • Sede

    L’ex Cartiera Latina è l'attuale sede dell’Ente di gestione del Parco Regionale dell’Appia Antica

    L'ex Cartiera Latina

      Il complesso della ex Cartiera Latina, tra i pochi impianti industriali sopravvissuti nella città di Roma, è una struttura unica nel suo genere ed eccezionale per la posizione strategica a ridosso delle Mura Aureliane ed unisce idealmente l’Appia Antica alla via Cristoforo Colombo...

      Leggi tutto

  • Questioni di Pelle

    Ritorna "Questioni di Pelle"

    Appuntamenti mensili tra cute e arte a Spazio5

      In autunno ritorna "Questioni di Pelle": dieci incontri, uno ogni secondo venerdì del mese dalle 19.00 alle 21.00 in via Crescenzio 99/d, per parlare di cute e arte con Massimo Papi tanti esperti di arte e cultura...

demo

demo

Edizione 2016 - La pelle che racconta

La pelle umana e le opere d'arte pittorica narrano storie: quelle delle persone che ci stanno dentro nel caso della pelle e quelle di persone luoghi e situazioni create dagli artisti se pensiamo ad un opera pittorica. Sono storie che osserviamo e descriviamo e sentiamo raccontare prima di dare un valore ai dettagli, ai segni e ai particolari

La pelle umana e' tela pittorica, superficie sulla quale il nostro interno biologico e psichico si rispecchiano integrandosi.

Sulla cute possiamo leggere il palinsesto della nostra esistenza per le modificazioni dovute a stile di vita, per i quadri clinici e gli esiti delle malattie e per quanto facciamo con le nostre mani per cercare di guarire o attenuare i disturbi.

Raccogliere storie aiutati dall’arte significa costruire spazi che restituiscano voce, parola, dignità al malato, e con esse favorire la partecipazione

 

Useremo la graphic novel computerizzata per descrivere in modo nuovo e coinvolgente storie cliniche di pazienti con disturbi cutanei

Affronteremo il tema della simmetria delle lesioni cutanee per capire il significato biologico, psicologico e neuropercettivo di quadri ben precisi che a volte consideriamo solo curiosita’

Useremo l'analogia con il restauro nell'arte per capire le tecniche e le sostanze migliori per mantenere la pelle sana e giovane.

Cercheremo di capire l'importanza della profumazione dei prodotti che usiamo in dermo-cosmetologia e come la cute esprime il suo naturale profumo.  

Ci alleneremo a interpretare le patologie dei protagonisti delle icone dell'arte come se fossero nostri pazienti.

Scopriremo come l'arte ci aiuta a far sentire meno dolore ai bambini in caso di piccoli interventi chirurgici e come imparare a decifrare le espressioni del dolore nell'infanzia.

Seguiremo corsi pratici di cura e decorazione artistica delle unghie, di perfezionamento osservazionale dei colori e della percezione olfattiva

Come sempre anche l’8° edizione di Dermart, sarà un incontro trasversale aperto a varie professioni e discipline e a tutti coloro che apprezzano nella medicina anche gli aspetti più semplici di umanizzazione.

demo

demo

Chi siamo

Siamo appassionati di Dermatologia clinica e desideriamo condividere con altri Dermatologi e specialisti di altre discipline mediche (e non) la nostra passione d’interpretare le malattie della pelle con il criterio clinico dell’osservazione di linee forme e colori, e il piacere di paragonare le figurazioni patologiche con aspetti o descrizioni artistiche, spesso utilizzato in passato con efficaci finalità didattiche.

Questo approccio permette di vedere la cute come: 1) superficie che esprime i disturbi internistici con disegni e figure spesso non casuali e che registra con altrettanta precisione contatti e danni che derivano dall’esterno; 2) superficie sulla quale interviene il paziente e il terapeuta modificando le espressioni naturali della malattia; 3) superficie = tavolozza pittorica, dove interveniamo da sempre per segnare messaggi di comunicazione sociale (disegni rituali) o esprimere aspetti di personalità o tendenza (tatuaggi, piercing).

La passione per la “clinica” delle malattie della cute ci viene dagli anni della nostra formazione universitaria (Prof Antonio Ribuffo, Clinica Dermatologica La Sapienza, Roma) e ospedaliera (Prof: Rino Cavalieri, IDI, Roma).

La possibilità di guardare le malattie e i disturbi cutanei, cercando punti di similitudine o contatto con opere pittoriche o particolari di queste, è un modo di reinterpretare la clinica dermatologica e al tempo stesso di stimolare i giovani a trovare modalità e angolature innovative di osservazione.

Facebook

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere informato su tutte le novità e le attività di Dermart 2015!
Privacy e Termini di Utilizzo

Patrocini e Partners

 
       
_________________________________